http://www.gosurf.info?p=5709
per informazioni: Go World S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
Tel. -

Favolosa vacanza surf alle isole Andamane!

Soprannominata “la terra dei cacciatori di teste” da Marco Polo, che fu il primo visitatore occidentale di queste 572 isole, isolotti e rocce, ora conosciute come le isole Andamane e Nicobar: queste isole sono un paradiso tropicale che aspetta solo te! Parti subito per la tua vacanza surf ale isole Andamane!

I Britannici le hanno incorporate all’India nel 19 secolo e poi sono state usate come luogo per mandare in esilio i prigionieri Indiani giustiziati a vita. Isolamento geografico, misteriosa cultura “Stone Age” e acque totalmente inesplorate, sono le caratteristiche principali di questa zona. Geograficamente più “Indonesiane” che Indiane, un viaggio alle isole Andamane è nella lista dei desideri di molti surfisti ma nonostante ciò, la prima spedizione in quest’area, organizzata dal fotografo John Callahan, fu compiuta nel 1998. Mentre ai turisti stranieri è permesso di visitare queste isole, le Nicobar sono accessibili solo agli Indiani. Le isole Andamane sono conosciute come Nord, Centro e Sud Andamane, che, insieme a Baratang e Rut-Land costituisco una grande terra chiamata “la Grandi Andamane”. Con solo 36 isole inabitate, questa regione è ricca di foreste con una infinità di specie di fiori e uccelli esotici. Foreste fitte e tropicali avvolgono i terreni collinari e tortuosi e le spiagge sabbiose sono contornate da palme da cocco, ondeggianti al ritmo dei monsoni. Il Sud è da lungo tempo l’isola più densamente popolata, in particolare intorno alla capitale Port Blair (80.000 abitanti). Questa isola ha un ecosistema fragile che per preservare la tranquillità e proteggere le diverse schiere di flora e fauna, ha costituito 96 santuari e 9 parchi nazionali. Port Blair, un agglomerato di costruzioni con tetti di latta affacciati sul mare, merita di essere visitato solo per un breve periodo di tempo. Qui vicino ci sono una serie di spot raggiungibili via terra come Butler’s Bay; una bellissima spiaggia con un reef esterno e una capanna turistica proprio in spiaggia, fiancheggiata da una piantagione di cocchi. Corbyn’s Cove, 4km (6.5mi) più a nord di Ramshackle airport, è un’altra spiaggia immersa da palme, in cui è possibile trovare delle onde. Ai turisti stranieri è permesso di esplorare solo una frazione della regione a sud (Wandor), 56km (35mi). Tuttavia questi non sono gli spot per cui vale la pena arrivare fino qui. Il primo spot di qualità è Jarawa Point (chiamato anche Totem’s reef), un’onda sinistra lunga e con sezioni ripide e veloci. Questo spot è situato nelle “Cinque Isole” dove nelle piccole Twin Islands, al largo di Rutland, ci sono picchi sparsi piuttosto divertenti, mentre nella costa NW delle isole Sentinel c’è un’onda destra. Nella piccola Andaman, ci sono altri 2 spot da controllare se si vuole veleggiare intorno alla costa ovest: Jackson Creek e Tochangeou. La vera perla della zona, per quanto riguarda la qualità del surf, è nascosta all’interno di Sandy Point, nella punta SW dell’isola, solitamente conosciuta come Kumari Point. Questo è il point destro più lungo e veloce della zona; se riuscirete a trovare una bella misura senza vento da SW, avrete l’onore di raccontare anche ai vostri nipoti di quanto sia bella e divertente questa onda. La maggior parte delle onde a Andaman sono piuttosto facili e morbide, contornate da colori splendidi sia a riva che nel reef sottostante. Ancora più a sud nel 10° Canale, le isole Nicobar sono fuori gioco, in quanto proteggono il loro potenziale di surf e le sue uniche popolazioni indigene da contatti con l’esterno. Casa di Stone Age, tribu Pigmee (Onge, Jarawa, Sentinelese…), queste tribù aborigene vivono all’interno delle impenetrabili giungle, cacciando cinghiali e cervi selvatici e praticando ancora rituali di vecchie tradizioni (incluse alcune forme di cannibalismo). In questa area operano poche barche charter – Thaiwave’s SEAL sailing yacht: crescent, da 65ft, adatta per non più di 8 passeggeri e Gaea, un trimarano di legno lungo 51ft, che oltre ad essere più lento della precedente imbarcazione, è anche più comodo e economico.

Visitate il nostro sito per scoprire tutte le proposte dei nostri brand e tour operator www.goworld.it!

Non esitate a contattarci per qualsiasi informazione!

 

 

 

Quote per persona, a partire da:

PartenzaDoppia
Dal 1 ottobre 2017 al 31 dicembre 2018€ 290

Note

Le stesse swell monsoniche da SW che colpiscono Sumatra, viaggiano verso le Andamans, 10° circa sopra la linea dell’equatore, ma arrivano con meno potenza e consistenza. Sfortunatamente, la maggior parte degli spot ricevono il vento da SW dritto da mare, quindi la stagione veramente buona va da metà Marzo a metà Maggio. Le condizioni migliori si hanno quando entrano le prime swell della stagione accompagnate dai leggeri venti da NE, che solitamente precedono l’ingresso delle swell monsoniche (Aprile o poco prima). Scegli il periodo per visitarle in maniera accurata; Aprile dovrebbe essere il mese più affidabile. Quando il vento monsonico da SW si accende, il mare si agita e ci sono una media di 15-25 nodi di vento che nonostante rovinano le condizioni surf locali, creano piccole onde sfruttabili col windsurf nelle spiagge di Phuket. Le fasi di marea sono minime però chiedi sempre al capitano riguardo la profondità dei fondali.

Come arrivarci: Gli stranieri necessitano un visto turistico Indiano e un permesso da turista di 30gg, entrambi facilmente ottenibili dalle autorità per l’immigrazione all’arrivo a Port Blair. Port Blair è raggiunto settimanalmente da voli di compagnie aeree Indiane con partenza da Calcutta (5) e Madras (3). I jet e o le compagnie private East-West hanno 4 voli da Chennai. Prenotate il più presto possibile. I traghetti sono molto lenti, impiegano circa 56h da Calcutta.

Come muoversi: Port Blair ha autobus, servizio taxi e un po’ di auto risciò. Le barche dalla terraferma ormeggiano a Haddo Jetty, 1 km più a nord di Phoenix Jetty. SEAL è l’operatore con maggiore esperienza. Girate intorno a Port Blair affittando motorini, noleggiabili a solo 3$/giorno.

Alloggi e cibo: A Port Blair puoi trovare una varietà di accomodazioni: da alberghi eleganti (hotel Bay Island, 5 star) a resort più turistici (Peerless resort a Corbyn’s Cove) a lodge economici (con vista a Sinclair’s bay). Provate il cibo samosas e saris. Le barche charter sono l’unico mezzo per raggiungere gli spot migliori – Crescent:1973$/al gg per 8 persone, Gaea: 1400$.

Clima: Il clima rimane quello tipico tropicale per tutto l’anno con temperature che variano dai 24° (78°F) ai 35° (94°F). A causa delle costanti brezze che colpiscono l’area, le isole Andaman hanno un clima piuttosto umido. Il monsone da SW, prima tocca il suolo Indiano in queste isole, poi si dirige verso la terraferma. Da metà maggio ad Ottobre, forti piogge si abbattono nelle isole, a volte portando anche violenti. A Novembre e Dicembre, con l’arrivo del monsone da NE, ci sono meno piogge. Il periodo migliore per visitare queste zone è tra metà Novembre e Aprile. Il livello delle piogge in un anno può raggiungere i 3180mm. La temperatura dell’acqua rimane calda tutto l’anno; portatevi almeno 2 paia di costumi.

Natura e cultura: A Port Blair, il carcere merita una visita, cosi come Ross Island che vi darà l’ultima impressione dell’impero Britannico. Un sentiero naturale conduce al monte Harriet (1095ft/365m). Tutta la zona nord è parco nazionale dove gli elefanti sono stati istruiti a trasportare grossi legni. Questa è una zona per il diving di qualità superlativa, ci sono specie di pesci pelagiche e fondali mozzafiato. Anche la pesca è molto buona.

Pericoli e problemi: Data la sua lontananza, ogni emergenza potrebbe impiegare diversi giorni per essere risolta. I tagli da corallo potrebbero essere la causa maggiore.  Gli squali sono abbondanti ma ben nutriti e i surfisti locali sono praticamente inesistenti. Siate pazienti durante i tragitti in barca, dovunque andrete, surferete o soli o con pochissime persone in acqua (la densità negli spot è molto inferiore a quelli delle Maldive e delle Mentawai). Queste isole sono selvagge: attenzione ai coccodrilli marini e alle tribù

Consigli pratici: Portatevi tutto con voi: 2 tavole, scarpette da reef e kit di riparazione. I permessi di ingresso per gli stranieri sono rilasciati da un contatore in una angola nella zona degli arrivi nel mentre che i bagagli vengono trasferiti. Non ci sono mendicanti nelle strade come a Calcutta.

Tasso di cambio  1 EUR =  1,08 USD
Variazioni dei cambi con oscillazioni maggiori del 3% comporteranno un adeguamento dei costi. Verranno comunicati entro i 20 giorni dalla partenza.


La quota non comprende

  • Quota di iscrizione € 95
  • Voli
Richiedi maggiori informazioni




Espressione del consenso al trattamento dei dati personali
Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati da questa informativa, ai sensi e per gli effetti dell'art. 13 del D.lgs. 196/03.

Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti
soggiorno surf in India

Durata: 7 giorni / 6 notti

da € 160 - Voli esclusi

surf in India

Durata: 8 giorni / 6 notti

da € 60 - Voli esclusi

surf in Nuova Zelanda

Durata: 9 giorni / 6 notti

da € 390 - Voli esclusi

surf a Isla Margarita

Durata: 8 giorni / 6 notti

da € 250 - Voli esclusi

Articoli che potrebbero piacerti

Sei un appassionato di Surf? Non perderti i “FISW surf games”, l’evento è in corso in Sardegna… e i campioni stanno già facendo i numeri, leggi qui!

Go World S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02763050420 R.E.A. AN 213201
Capitale Sociale € 10.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su