http://www.gosurf.info?p=5629
per informazioni: Go World S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
Tel. -

Surf in Sri Lanka: tutti gli spot migliori della costa sud orientale

Posizionato sotto l’India, lo Sri Lanka divide il Mar Arabo dalla baia del Bengala. Famosa per una calda accoglienza e un’atmosfera rilassata, questa vecchia cultura è benedetta da templi, una ricca fauna, massaggi aiurvedici e un buon surf tropicale. Sfortunatamente, lo Sri Lanka è stato colpito da 2 eventi catastrofici negli ultimi 30 anni: la guerra civile nel 1983 (che ha provocato 64000 vittime) e lo tsunami del 2004 (35000 vittime). La baia di Arugan Bay fu surfata la prima volta nel 1964, e dal quel giorno è diventata un po’ il simbolo del surf in questo paese, ma il 26 Dicembre del 2004 tutto ha rischiato di finire. 6 onde di altezza pari a circa 13m si sono imbattute in questa regione con forza apocalittica distruggendo i villaggi di pescatori, i resort sulla spiaggia e i vari ristoranti adiacenti. Nonostante questo disastro, lo spot non è cambiato molto e le onde continuano a rompere regolarmente, rendendo Arugam Bay un vero paradiso per surfisti intermedi. La qualità delle onde dipende molto da come si spostano i banchi di sabbia tra i vari spot, che a loro volta dipendono dai flussi dei fiumi. La bocca del fiume di Sangakamanda viene surfato raramente in quanto accedere allo spot è piuttosto complicato e le onde non sono poi cosi belle. Komari dista 20 minuti di camminata dalla fine della strada fino a un piccolo faro su un promontorio roccioso. Conosciuto anche come Green Point, è difficile da trovare e spesso viene rovinato dal vento che sale durante il pomeriggio. Lo spot migliore a nord è Pottuvil Point, che nelle giornate ad hoc regala cavalcate lunghe fino ad 800m con una sezione tubante davanti alla roccia di granito. Le onde abbracciano la costa e  si trova sempre un picco divertente da surfare. Basta camminare altri 700m verso nord per trovare condizioni molto simili alle precedenti e senza affollamento. Pottuvil Beach è un pointbreak destro con onde costanti e potenti che sono perfette per coloro che devono imparare e prendere confidenza in surfata (dista solo 20 minuti di tuk-tuk da Arugam Bay). Nonostante sia spesso close-out, Main Beach non dovrebbe essere trascurata, specialmente vicino al ponte dove spesso si forma un ottimo A-frame davanti alle rocce. L’onda che si forma davanti alla pensione Mambo è un vero paradiso per i principianti in quanto le onde non sono mai troppo grosse, rompono vicino alla riva facilitando la risalita verso la line-up ed il vento è quasi sempre offshore. Il point più a sud ad Arugam Bay è un onda di qualità top che rompe sopra un vecchio reef di corallo, che essendo parecchio basso potrebbe essere pericoloso con la bassa marea. L’onda è molto consistente e qualche volta anche tubante, e per questo motivo è spesso affollato. Cercate di surfarci la mattina perché la brezza pomeridiana da SE potrebbe rovinarvi le condizioni. Spostandosi ancora verso sud c’è Crocodile Rock, un point sabbioso con onde destre piuttosto morbide. Per raggiungere questo spot si impiegano solitamente 20 minuti di camminata dal point precedente, comprensivi dell’attraversamento di 2 foci dei fiumi, in cui il potenziale di imbattersi in qualche animale selvatico è alto. Lo spot con migliore qualità della zona, dopo Arugam Bay, è senza dubbio lo spot semi secreto chiamato Peanut Farm (a soli 20 minuti a piedi da Panama). Qui le onde sono destre e molto veloci; mentre lo shorebreak è perfetto per i principianti, la line up vera a propria è situata davanti a della rocce che molte volte possono intimorire il take-off. Panama lavora solamente quando la foce del fiume è chiusa, offrendo nuovamente onde destre su fondale roccioso. Okanda, distante un’ora di tuk-tuk da Arugam Bay, è una spiaggia con fondale misto roccia e sabbia e grazie alla sua posizione, riceve un numero elevato di swell. Continuando nella strada verso sud incontrerete Yala Rights. Questo spot è localizzato all’interno del omonimo parco nazionale che, da qualche anno, è diventato un’area di guerra e quindi è controllato da delle guardie che potrebbero vietare l’accesso in acqua. L’accesso via mare è sicuramente l’opzione migliore, anche se al momento surfare in questa zona non è molto consigliato. Palatupana era uno spot molto buono, ma la devastazione portata dallo tsunami del 2004, ha rovinato il fondale rendendo le onde quasi sempre close-out. I moli di Kirinda aiutano le piccole swell a rompere ma le condizioni di inquinamento delle spiagge sono abbastanza drastiche. Il potenziale per surfare aumenta quando ci si sposta più verso ovest verso i reef di Tangalla. Prenota subito il tuo soggiorno surf in Sri Lanka!

Visitate il nostro sito per scoprire tutte le proposte dei nostri brand e tour operator www.goworld.it!

Non esitate a contattarci per qualsiasi informazione!

 

 

Quote per persona, a partire da:

PartenzaVista Panama Village ResortWater Edge ResortVallee 69 Eco Leisure Yala
DoppiaDoppiaDoppia
Dal 1 ottobre 2017 al 31 dicembre 2018€ 120€ 120€ 90

Note

Il produttore principale di swell è il monsone da SW, che da Maggio ad Agosto regala sempre 4-10ft di onde buone e consistenti. La direzione delle swell (da S a SW) è importante solo per le swell che arrivano da molto lontano: il S-SE colpisce meglio questa costa rispetto al S-SW. A causa della distanza e dell’angolazione, la maggior parte degli spot lavora con misura dai 2-6ft; la misura perfetta per Arugam Bay è 3-4ft. Con swell più grandi, Arugam Bay non è lo spot migliore, infatti conviene spostarsi e dirigersi verso Pottuvil, Peanut Farm o Okanda. La baia del Bengala produce qualche rara swell da NE tra i 2-4ft, ma solitamente il vento è onshore e le condizioni meteo un po’ avverse. Durante il monsone da SW, la giornata inizia solitamente con assenza di vento, poi verso le 11 si alza un po’ di brezza offshore che richiama il vento da mare da S-SE, che nonostante non sia mai troppo forte, ma potrebbe rovinare le condizioni negli spot più esposti. Il livello della marea non supera mai i 2ft, ma negli spot in cui il reef è coperto da sabbia come Arugam Bay, la bassa marea potrebbe scoprire il reef rendendo la condizioni piuttosto impegnative.

Come arrivarci: Sono necessari 30 giorni di visto appena arrivate. Se partite dall’Europa volate con la Sri Lankan fino a Colombo (CMB); se invece partite dal SE Asia oppure dagli Stati Uniti è consigliabile volare con Singapore o Malaysian Airlines. L’aeroporto è a 45 minuti a nord del traffico cittadino di Colombo, nella zona costiera di Negombo. Arugam Bay è a 9 ore di macchina (percorribili con un van a noleggio per 125$) mentre se si vuole risparmiare un po’ è possibile arrivarci via bus con un tempo di percorrenza di circa  12-20h (3$). Le corse degli autobus sono 2 ogni giorno.

Come muoversi: Arugam Bay è a 300km (186mi) da Colombo. La viabilità è molto lenta (40km/h di media) e il sistema di comunicazione stradale non è molto articolato. Non stupitevi per i numerosi controlli per strada. La zona di Arugam Bay è esente dal traffico, eccetto a Pottuvil. Affittate un furgone (50$/Giorno, autista compreso), usate i tuk-tuk (1$) oppure camminate. Per arrivare ad Okanda da Arugam Bay, è possibile passare via mare con delle barche (2h) oppure passando per strada con un tuk-tuk (1h).

Alloggi e cibo: Ci sono numerose pensioni economiche sulla spiaggia, come l’Hilton, a 10-20$/giorno per camera (con ventilatore). I prezzi per camere leggermente più fornite si aggirano intorno ai 30$. Altre opzioni per dormire potrebbero essere: Siam Hotel (20-40$/giorno), Tri-Star (40-60$/giorno) oppure Stardast Hotel (26-67$/giorno) per una doppia. Tutti questi alloggi sono muniti di aria condizionata. Il cibo è gustoso, e a volte un po’ piccante; la spesa media per un pasto è 5$.

Il clima: La zona di Arugam Bay è situata idillicamente in modo da evitare le devastazioni portate dai 2 monsoni che colpiscono la costa da 2 direzioni differenti: quello da SW (Maggio-Settembre) e da NE (Novembre-Febbraio). Questo angolo a SE è la parte più asciutta del territorio ed è estremamente calda in estate prima dell’arrivo della brezza marina che rinfresca l’aria. L’influenza del clima desertico, fa si che alla sera l’aria si rinfresca, garantendo la possibilità di dormire dopo le 11 senza l’uso dell’aria condizionata. Le piogge annuali medie sono intorno ai 1900mm, infatti i temporali e le giornate di pioggia intensa posso verificarsi solo con le rare tempeste da NE che si formano nei periodi di transizione tra un monsone e l’altro. Alcune statistiche, in certi anni, hanno contato fino a 330 giorni di sole all’anno! Costume tutto l’anno!

Natura e cultura: Il parco nazionale a Yala è il santuario d’eccellenza per la fauna selvatica; entrate da Okanda (più economica che Tissama), ma dovete noleggiare un mezzo (50-80$/giorno). Visitate il santuario di uccelli di Kumana. Lo Sri Lanka è un paradiso: la fortezza di Sigiriya, il festival Kandy Perahera, i messaggi Ayurvedici. “Full moon parties”.

Fastidi e pericoli: Apparte la presenza delle “tigri del Tamil”, i bombardamenti per la guerra civile e altre piccole tensioni locali, Arugm Bay è un luogo molto pacifico e tranquillo. Il problema principale sono le strade lente e trafficate. Le baie solitamente non hanno molte zone ombrose, quindi portatevi dietro sempre molta acqua e assicuratevi che il vostro autista (se affittate dei tuk-tuk o dei furgoni) vi venga a riprendere dopo che avete surfato! I mesi da Luglio a Settembre sono i più affollati.

Suggerimenti: I voli aerei interni si sono dovuti interrompere nel 2007 perchè le “tigri del Tamil” si ribellavano spesso contro i civili e le forze militari, bombardando le città con piccoli aerei leggeri. Il numero di turisti è diminuito del 20% dal 2007. Portatevi il cash, la banca di Ceylon in Pottuvil è un incubo. E’ possibile affittare delle tavole Nsp al centro Aloha and SurfNSun. È consigliata una tavola fish.

Tasso di cambio  1 EUR =  1,08 USD

Variazioni dei cambi con oscillazioni maggiori del 3% comporteranno un adeguamento dei costi. Verranno comunicati entro i 20 giorni dalla partenza.


La quota non comprende

  • Quota di iscrizione € 95
  • Voli
Richiedi maggiori informazioni




Espressione del consenso al trattamento dei dati personali
Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati da questa informativa, ai sensi e per gli effetti dell'art. 13 del D.lgs. 196/03.

Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti
surf in Sri Lanka

Durata: 11 giorni / 10 notti

da € 2.790 - Voli inclusi

surf in Sri Lanka

Durata: 10 giorni / 8 notti

da € 2.480 - Voli inclusi

soggiorno surf in Sri Lanka

Durata: 8 giorni / 6 notti

da € 350 - Voli esclusi

surf in Sri Lanka

Durata: 8 giorni / 7 notti

da € 760 - Voli esclusi

Articoli che potrebbero piacerti

Sei un appassionato di Surf? Non perderti i “FISW surf games”, l’evento è in corso in Sardegna… e i campioni stanno già facendo i numeri, leggi qui!

Go World S.r.l.
via Canale, 22 - 60125 Ancona
P.IVA, CF 02763050420 R.E.A. AN 213201
Capitale Sociale € 10.000
Premio Turismo responsabile Italiano 2011
Continua a seguirci su